L’ECONOMIA DELLA FELICITA’ PASSA DALLE IMPRESE FEMMINILI
La fanno 9 su 10 micro e piccole di Servizi e Turismo

Cosa si intende per economia della felicità? Un modo di fare impresa che si pone come obiettivo non soltanto la produzione di ricavi ma anche quello di generare valore sociale, benessere, gratificazione, serenità e soddisfazione per tutti i soggetti che partecipano dell’azione dell’impresa sul mercato: l’imprenditore, i suoi collaboratori, gli stakeholders dell’impresa, i clienti, i fornitori, il territorio. Le imprese che in Italia fanno “consapevolmente” economia della felicità sono oltre 400 mila, più dell’11% del tessuto delle imprese italiane (escluse le imprese agricole e le imprese finanziarie). 9 su 10 sono micro e piccole imprese dei servizi e del turismo del Nord Ovest e Nord Est del nostro paese.
Protagoniste sono le imprenditrici femminili. Le imprese di donne, più delle altre, diffondono economia della felicità soprattutto in termini di autorealizzazione, capacità di mettersi in gioco, cura dell’immagine della propria impresa, valorizzazione del territorio e mantenimento delle tradizioni.
Infatti il 46,5% delle donne capitane di impresa si sentono realizzate come imprenditrici contro il 34,6 % dei “colleghi” maschi, però sono un po’ meno ottimiste degli uomini sul futuro rispetto al proprio ‘status sociale’ per merito dell’attività di impresa: 53% contro il 56,5%. Il 58,5% delle imprese femminili, rispetto al 54,7% delle imprese tutte, ritiene importante migliorare la soddisfazione dei clienti attraverso la qualità dei propri prodotti/servizi. Le imprese femminili sono più consapevoli del concetto di «sostenibilità ambientale»: 74,0% contro la media delle imprese pari al 70,7%. In tema di sostenibilità etica, ovvero sui temi della trasparenza, onestà, responsabilità nei rapporti con i clienti/fornitori, il 68,4% delle imprese femminili ha adottato, o è in procinto di adottare, delle policy specifiche. Le imprenditrici, quasi 9 su 10, soprattutto nel Sud Italia, sono costrette a più rinunce e più sacrifici personali per avviare la propria attività lavorativa rispetto agli imprenditori tutti.
Leggi l'intero articolo
 
 
 
L’ASSESSORE REGIONALE VITTORIA POGGIO IN VISITA ALLA CONFCOMMERCIO DELLA PROVINCIA DI CUNEO
All’incontro i vertici delle dieci Ascom territoriali, dell’Associazione Albergatori e del Terziario Donna
Semplificazione e rispetto delle regole per il Terziario moderno nel rispetto di una sana e leale concorrenza
La visita di giovedì scorso dell’Assessore regionale Vittoria Poggio a Cuneo in Confcommercio è stato un evento molto importante. Accolta dal Presidente Luca Chiapella, dal Segretario Generale Marco Manfrinato, da Aurelia Della Torre presidente del Terziario Donna provinciale e dai vertici di Confcommercio provinciale, dell’Associazione Albergatori e da un folto gruppo di rappresentanti delle dieci Ascom territoriali, la responsabile regionale di Cultura, Turismo e Commercio ha ascoltato con interesse le istanze avanzate, riguardanti le problematiche urbanistiche delle aree dismesse, il pericolo desertificazione dei centri storici senza aiuti adeguati a favore del commercio di vicinato, il rischio di dequalificazione per la commistione tra somministrazione e commercio alimentare, l’importanza del ruolo dei Distretti del Commercio per un nuovo slancio nella riqualificazione commerciale, la necessità di misure a sostegno dello sviluppo della rete distributiva in sede fissa ed ambulante.
leggi l'intero articolo
 
 
 
COSTITUITO IL GRUPPO FEDERALBERGHI EXTRA DELLA PROVINCIA DI CUNEO
Nato in seno all’Associazione Albergatori aderente a Confcommercio della Granda, per l’ospitalità e ricettività extralberghiera di qualità Lo coordina Silvia Ferrero di Bastia Mondovì

Federalberghi Extra è la sezione nata in Federalberghi nazionale che raggruppa gli operatori dell’ospitalità extra alberghiera di qualità nel rispetto delle norme di legge.
L’Associazione Albergatori Esercenti ed Operatori Turistici della provincia di Cuneo ne è un socio fondatore ed esprime un proprio rappresentante nel Consiglio direttivo nazionale.
Recentemente la sede di Confcommercio della provincia di Cuneo ha ospitato la nascita del gruppo costitutivo della provincia di Cuneo.
“Dopo un anno di attività di Federalberghi Extra nazionale – interviene il Comm. Giorgio Chiesa, vice presidente vicario dell’Associazione Albergatori e vice presidente di Federalberghi Piemonte - abbiamo ritenuto opportuno procedere alla creazione del gruppo Federalberghi Extra della provincia di Cuneo, nel quale trovano spazio bed & breakfast, affittacamere e locande, case e appartamenti vacanze/residence, residenze di campagna o country house, case per ferie e ostelli, attività contemplate nel regolamento approvato con D.P.G.R. N. 4/R dell’8 giugno 2018 “Caratteristiche e modalità di gestione delle strutture ricettive extralberghiere, requisiti tecnico-edilizi ed igienico-sanitari occorrenti al loro funzionamento, nonché adempimenti per le locazioni turistiche (art. 18 L.R. 3 agosto 2017 n.l 13)”.
leggi l'intero articolo
 
 
 
BIMBOVISIONE - VEDERE BENE PER APPRENDERE MEGLIO
Un servizio alle famiglie ed alle scuole organizzata a livello nazionale da Federottica-Confcommercio, e veicolata localmente dall’Assopto Cuneo.
Sta prendendo il via in questi giorni in tutta la Granda la stagione 2019/20 del progetto ,un'iniziativa di servizio alle famiglie ed alle scuole organizzata a livello nazionale da Federottica, l'Associazione Italiana degli Ottici Optometristi e veicolata localmente dall’Assopto Cuneo. L'iniziativa è rivolta agli insegnanti ed alle famiglie degli alunni della Scuola Primaria (Elementari) e degli ultimi anni della Scuola dell'Infanzia (Asilo).
Si tratta di un prezioso servizio informativo offerto gratis dagli Ottici Optometristi a scuole e famiglie allo scopo di promuovere la prevenzione per il benessere visivo dei bambini.
L'iniziativa era nata nei primi anni Duemila con il nome di Educazione alla Visione e dal 2009 è stata denominata .Viene gestita da 11 anni, per tutta l'Italia, da un gruppo di Ottici Optometristi del Cuneese, coordinato da Bruno Maestrelli, Ottico Optometrista fossanese e Presidente provinciale di Assopto Federottica Cuneo. Il team locale è composto da Enrico Armando di Caraglio, Cristina Toffoli di Cuneo, Arianna Gallo di Fossano, Claudio Bottaro di Verzuolo e Paolo Poggio di Moretta.
leggi l'intero articolo
 
 
 
INCONTRO TRA LUCA CHIAPELLA ED EMANUELA ZARA
Confcommercio della provincia di Cuneo e l’Ascom di Carrù: identità di vedute per il futuro del Terziario carruccese.
Luca Chiapella, presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia-della provincia di Cuneo, accompagnato dal Segretario generale Marco Manfrinato, ha incontrato mercoledì scorso il nuovo consiglio direttivo “in rosa” dell’Ascom di Carrù guidato dalla neo-eletta Emanuela Zara. Si è trattato di un momento molto cordiale, come affermato dai presenti, nel quale sono stati esaminati gli argomenti di interesse tra l’Ascom territoriale e l’organismo provinciale che raggruppa le dieci Associazioni Commercianti che compongono Confcommercio della provincia di Cuneo. Un ringraziamento particolare e doveroso è stato rivolto a Giuseppe Cravero, titolare del Ristorante Il Vascello d’Oro, presidente storico, che per più mandati ha accompagnato l’evoluzione e la crescita dell’Ascom. “Si è trattato – afferma Emanuela Zara, la neo presidente - di un incontro molto positivo, dal quale sono emerse le linee guida per l’attività comune tra i nostri uffici di Via Zavatteri e la segreteria e presidenza provinciali”. “Sono molto soddisfatto – interviene Luca Chiapella, presidente Confcommercio della provincia di Cuneo - della scelta “al femminile” fatta dagli associati della zona di Carrù e ringrazio l’uscente Giuseppe Cravero per la strada tracciata; si tratta di una novità sicuramente regionale se non addirittura nazionale”. “I problemi della zona di Carrù – conclude Chiapella - sono specifici dell’area che si affaccia sulle Langhe, ma le risorse sono consistenti, sia come commercio di vicinato, che come ristorazione e ricettività, che come servizi alla persona ed alle imprese. Faremo sicuramente un buon lavoro”.
 
 
 
COSTITUITO IL SINDACATO SNAG EDICOLE GIORNALI DELLA PROVINCIA DI CUNEO
DAVIDE FERRERO DI SAVIGLIANO NOMINATO PRESIDENTE

Disponibilità a collaborare con la distribuzione per migliorare il servizio al cliente finale
Già presenti dei gruppi locali in Alba, Bra, Savigliano e Cuneo, giovedì scorso si sono riuniti nella sede di Confcommercio della provincia di Cuneo in Via Avogadro i rappresentanti delle edicole di rivendita giornali, riviste e periodici Snag - Sindacato Nazionale Autonomo Giornalai - delle varie zone della Granda, per la definizione dell’organo direttivo. Nel ruolo di presidente provinciale di settore è stato nominato il saviglianese Davide Ferrero; completano il direttivo provinciale Snag Roberto Careggio (zona di Alba), Michele Mondino (zona di Bra), Massimo Mantilleri (zona di Carrù), Mattia Santero (zona di Cuneo), Adriano Bertone (zona di Mondovì). “Ringrazio – afferma il neo presidente Davide Ferrero - i colleghi per la fiducia. Vi erano già dei gruppi territoriali, ma era necessario creare il sindacato provinciale per dare forza alla categoria. Come già affermato in passato, siamo disponibili ed interessati a collaborare con il distributore Ferraris nell’unico interesse del cliente”. “Le nostre aziende – aggiunge Ferrero -, insieme agli altri negozi di vicinato, sono un importante presidio contro la desertificazione dei centri storici, senza di loro non c’è tessuto urbano”. “Saluto con piacere – interviene Luca Chiapella, presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia-della provincia di Cuneo – la nascita del Sindacato provinciale delle edicole di rivendita giornali e riviste ed è al loro fianco per superare le difficoltà quotidiane che si presenteranno.