AL RISTORANTE GRATIS LA FRUTTA DI CUNEO
In alcuni ristoranti di Cuneo, Saluzzo e Savigliano
Dalle prossime settimane, in alcuni ristoranti aderenti della Granda, verrà proposta gratuitamente.
della frutta fresca di produzione locale a fine pasto.
Il progetto “La Frutta non è peccato” è nato dalla collaborazione tra Confagricoltura di Cuneo, Confcommercio-Imprese per l’Italia e Associazione Albergatori esercenti e Operatori turistici della provincia di Cuneo ed ha come scopo il favorire il consumo della frutta di stagione prodotta nella Granda. ,
Il progetto vedrà coinvolti inizialmente i ristoratori della zona di Cuneo, Saluzzo e Savigliano e poi successivamente tutte le altre della provincia.
Giorgio Chiesa per i ristoratori, Luca Chiapella per la Confcommercio e Enrico Allasia per Confagricoltura si sono impegnati affinché l’iniziativa possa riportare risultati favorevoli per la salute dei cittadini e per l’economia locale.
 
 
 
INAUGURATAnicato A CUNEO LA MOSTRA “FAUSTO COPPI 9h 19’ 55”, l’uomo, la tappa, il mito”
Visitabile fino al 15 settembre in San Francesco. Un percorso artistico con la voce di Beppe Conti e la regia di Luca Olivieri. Stefano Massini ha realizzato il racconto inedito “La vita sui pedali”
La città di Cuneo abbraccia e ripercorre la leggenda sportiva del Campionissimo del ciclismo italiano con la mostra “FAUSTO COPPI 9h 19’ 55”, l’uomo, la tappa, il mito” che è stata inaugurata mercoledì 8 maggio presso il Complesso monumentale di San Francesco, alla presenza delle autorità cittadine, dei rappresentanti delle istituzioni e di tanti appassionati del campione nato a Castellania, in provincia di Alessandria, nel 1919. L’esposizione, fortemente voluta dal Comune e a cura dell’associazione Art.ur, è stata possibile grazie al coinvolgimento della Regione Piemonte, di enti pubblici, fondazioni bancarie, associazioni di categoria, musei, collezionisti e aziende private.
È visitabile fino al 15 settembre con i seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 15.30 alle 18.30, il sabato e la domenica dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 19.
leggi tutto il comunicato
              
 
 
 
GIORGIO CHIESA NUOVO VICE PRESIDENTE DI FEDERALBERGHI PIEMONTE
sostituisce il compianto Sandro Rulfi nel consiglio direttivo regionale.
Il Comm. Giorgio Chiesa, titolare con la moglie Stefania dell’Hotel Palazzo Lovera di Cuneo, è il nuovo Vice-Presidente di Federalberghi Piemonte, associazione che raggruppa il settore turistico-ricettivo Subalpino aderente a Confcommercio. Chiesa è subentrato nell’incarico al compianto Sandro Rulfi scomparso recentemente e resterà in carica fino al termine della consigliatura.
In occasione della riunione del consiglio direttivo dell’associazione, svoltasi a Vercelli il 20 giugno, il Presidente Federalberghi Piemonte Alessandro Comoletti ed il direttore Maurizio Baldini hanno ricordato la figura di Sandro Rulfi, profondo conoscitore del settore turistico-ricettivo della Granda ed il lavoro sindacale svolto in seno alla Federazione regionale, ed hanno dato il benvenuto al suo sostituto nella vice presidenza dell’organizzazione.
“Ė un grande onore – afferma Giorgio Chiesa – ricevere questo incarico e proseguire il lavoro egregiamente svolto per anni dall’amico Sandro Rulfi, che ricordo con affetto e mi impegnerò a sostenere il ruolo di vice presidente di Federalberghi Piemonte in tutti gli ambiti nei quali sarò chiamato ad operare”.
“Ringrazio Luca Chiapella e Carlo Zarri – aggiunge Chiesa – per la grande opportunità che Confcommercio-Imprese per l’Italia-della provincia di Cuneo e l’Associazione Albergatori Esercenti ed Operatori Turistici della provinciale mi hanno dato”.
“Siamo sicuri – concludono Chiapella e Zarri – che Giorgio Chiesa saprà proseguire l’attività svolta da Sandro Rulfi e portare in Federalberghi Piemonte le peculiarità e le istanze di tutte le territoriali che compongono la provincia di Cuneo e rappresentare al meglio la Categoria della ricettività turistico alberghiera”
 
 
 
SAVIGLIANO FASHION NIGHT 22 GIUGNO
Dalle 21,00 fino a tarda notte all’insegna della moda
Il 22 giugno prossimo torna “Savigliano Fashion Night”, la moda a portata di mano nella splendida cornice di Piazza Santorre di Santarosa, una delle più belle d’Italia, la seconda edizione dell’ evento che aggrega insieme i negozi di moda ed accessori con parrucchieri ed estetisti, per offrire al pubblico, sicuramente numeroso come nelle edizioni precedenti, l’immagine della moda e del bello. “L’evento si svolgerà – spiega Claudio Balansino, vice presidente vicario del Sindacato Commercianti Moda Federazione Moda Italia Confcommercio-Imprese per l’Italia-della provincia di Cuneo – come per la prima edizione, all’interno del palinsesto musicale di Savigliano Urban music. “Si tratta di una manifestazione – dichiara Agostino Gribaudo, presidente di Confcommercio Savigliano – di grande respiro commerciale e culturale, che va oltre i confini della Città di Savigliano; i negozi di moda ed accessori associati Confcommercio Savigliano che propongono le proprie creazioni, coadiuvati da parrucchieri ed estetisti, per una proposta che valorizza il lavoro di tante aziende presenti ed attive sul mercato”. “Sul palco lungo 20 metri – aggiunge Balansino - si alterneranno modelli e modelle preselezionati nel corso di specifici eventi tenutisi in alcuni pubblici esercizi della Città, confermando la forte connotazione territoriale della manifestazione “Attraverso Confcommercio Savigliano - dichiara Roberto Ricchiardi, presidente del Sindacato Commercianti Moda Italia della provincia di Cuneo – che collabora per l’organizzazione con l’Associazione XSavigliano, che è al fianco delle imprese che con la loro capacità imprenditoriale presenteranno i capi d’abbigliamento ed i relativi accessori, valorizzando al massimo i negozi di moda cittadini ed il ruolo che rivestono nel tessuto urbano, sempre più a rischio di desertificazione”. “Si tratta di una manifestazione molto importante, sia per la Città di Savigliano che per l’intera provincia di Cuneo – conclude Luca Chiapella, presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia-della provincia di Cuneo – che dimostra ancora una volta l’importanza dei negozi di vicinato nell’economia e nello sviluppo delle nostre realtà cittadine”.
 
 
 
CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L’ITALIA E ASSOCIAZIONE ALBERGATORI DELLA PROVINCIA DI CUNEO RICORDANO CON COMMOZIONE ED AFFETTO SANDRO RULFI
Ha destato sgomento la notizia della scomparsa di Alessandro Rulfi, Sandro per gli amici, vice presidente vicario dell’Associazione Albergatori Esercenti ed Operatori Turistici della provincia di Cuneo sotto le presidenze di Andreino Durando e Pierino Sassone e fondatore del Consorzio turistico “Le Alpi di Mondovì”, che rappresentava nel Consiglio direttivo dell’Associazione, senza dimenticare la sua presenza sempre propositiva ed attiva nel Consiglio direttivo dell’Ascom Monregalese. Per decenni fu il responsabile degli stages formativi dell’Associazione, occupandosi personalmente dei rapporti con l’allora Ipsaar “Giovanni Giolitti” di Mondovì e Dronero (prima della divisione in due istituti scolastici), per l’organizzazione e gestione dei turni di stage formativi degli studenti degli istituti alberghieri nei pubblici esercizi della provincia di Cuneo. In prossimità della conclusione di ogni anno non poteva mancare l’annuale la Festa di Sant’Andrea, patrono delle categorie facenti parte dell’Associazione Albergatori Esercenti ed Operatori Turistici della provincia di Cuneo, le attività che si occupano di ricettività, ristorazione, accoglienza ed enogastronomia. Si occupava personalmente della Festa che organizzava minuziosamente insieme agli amici di una vita Andreino Durando, Giovanni Sandri, Piero Basso, Carlo Faccia, Dino Odaglia, Paola Peirona, Tommaso Politano. Dal 2014 era vice presidente di Federalberghi Piemonte, l’associazione che raggruppa il settore turistico-alberghiero aderente a Confcommercio, sotto la presidenza di Alessandro Comoletti di Torino, insieme all’altro vice Gian Maria Vincenzi, presidente della associazione omologa per il Verbano-Cusio-Ossola. Sandro Rulfi, è stato il dirigente che tutti vorrebbero avere, sempre disponibile, combattivo ma anche “simpaticamente” indisponente nei confronti di chi ha previsto negli anni norme che quotidianamente vessano gli imprenditori. 
leggi l'intero articolo   leggi il ricordo di Enrico Cavallera suo diretto collaboratore