“Il Cammino del Gusto e delle Tradizioni”, importante iniziativa di Conitours, Confcommercio e Associazione Albergatori della provincia di Cuneo

“Il Cammino del Gusto e delle Tradizioni”, importante iniziativa di Conitours, Confcommercio e Associazione Albergatori della provincia di Cuneo

Ristorazione e Prodotti tipici, un’accoppiata vincente per l’Outdoor

Si tratta di un CAMMINO “outdoor” che fonde benessere, tradizioni e storia.

È un valore aggiunto che si intende offrire al turista con l’obiettivo di creare una relazione tra il mondo rurale, quello agroalimentare contadino e il patrimonio storico culturale. Prodotto, territorio e ecosistema sono le parole chiave.

Lo scopo del progetto redatto da Conitours (Consorzio degli operatori turistici della Provincia di Cuneo, riconosciuto dalla Regione Piemonte) è quello di dare un seguito alla importante iniziativa di MANGIARTI A CUNEO con il fine di valorizzare le imprese della Ristorazione e dei prodotti tipici dei territori attraversati dai fruitori del Mondo outdoor, in quanto fungono da strumenti di comunicazione che veicolano un’immagine positiva del territorio, della sua identità, qualità e cultura.

Concetto questo fondamentale di un turismo dell’outdoor in cui la componente enogastronomica viene considerata ormai una parte essenziale dell’esperienza turistica autentica.

Tramite il modello del “CAMMINO” inviteremo gli ospiti a scoprire il territorio vivendo esperienze che portano a scoprire la filiera del Gusto & delle Tradizioni agro-alimentari dell’area Valli Cuneesi (dalla Valle Tanaro alla Valle Po) e della pianura circostante.

Grazie anche agli investimenti nel turismo Outdoor a cura dell’ATL del Cuneese e del Comitato WOW, utilizzando la rete del turismo Bike (Cuneo Bike Experience), si è riscontrato una buona crescita dei flussi di riferimento sia in termini di arrivi che di presenze.

E’ importante ricordare che l’offerta legata alle produzioni tipiche ed all’enogastronomia di un’area  rappresentano  l’elemento vitale  per rilanciare i territori ed è  il fil rouge di un sistema di valorizzazione più complesso, in grado di aggregare attorno a sé elementi culturali e naturalistici, emergenze storiche e simboli dell’artigianato e  valori della tradizione.

Ed anche i residenti devono avere la piena consapevolezza che anche loro otterranno benefici dall’essere accoglienti ed ospitali.

La riscoperta dei prodotti alimentari della tradizione rappresenta sempre più un’opportunità da non trascurare in un’ottica complessiva di sviluppo economico dell’area Cuneese.

Nel settore Turistico, alcune dinamiche che altrimenti sarebbero intese come elementi di debolezza, tipo la frammentazione locale, diventano un punto di forza, poiché consentono lo sviluppo di un ineguagliabile numero di produzioni tipiche che, ad oggi, hanno conferito all’Italia un importante primato europeo, stimato in 165 prodotti DOP e IGP riconosciuti.

Secondo le stime sono stati milioni, dalla fine degli anni ’90, i turisti (italiani e stranieri) che hanno percorso in lungo ed in largo il nostro Paese alla ricerca di prodotti tipici legati alle tradizioni locali, abbinando a questi la conoscenza e l’apprezzamento del patrimonio culturale e naturalistico dei vari luoghi.

“Valorizzare le Imprese della Ristorazione e dei Prodotti tipici delle zone percorse dagli appassionati del Mondo Outdoor – afferma Giuseppe Carlevaris, presidente di Cônitours, Consorzio Imprenditori Turistici della provincia di Cuneo – veicolando l’immagine del Territorio, l’Identità, la Qualità e la Cultura, in quanto la componente enogastronomica è parte essenziale dell’esperienza turistica autentica”.

“Con il modello del “cammino” – precisa Carlevaris – inviteremo gli ospiti a scoprire il Territorio ed a vivere esperienze che porteranno a scoprire la filiera del Gusto e delle Tradizioni agro alimentari delle Valli Cuneesi (dalla Valle Tanaro alla Valle Po) mettendole in collegamento con le città e la pianura circostante”.

Potranno essere definiti nuovi prodotti turistici ed azioni innovative di comunicazione digitale e tradizionale, per far conoscere ed apprezzare eccellenze e tipicità dei territori attraversati da “Il Cammino del Gusto e delle Tradizioni”.

“L’attivazione del Progetto – interviene Giorgio Chiesa, presidente dell’Associazione Albergatori Esercenti ed Operatori Turistici della provincia di Cuneo – potrà sviluppare ulteriori azioni positive per il Territorio, quali collaborazioni tra i settori enogastronomico e turistico con la produzione, sviluppo della rete turistica, un nuovo modo di raccontare il Territorio, coniugando il cammino con l’emozione della scoperta dei sapori tipici, nuovi investimenti privati e nuove attrattive turistiche, sensibilizzare il consumatore-turista alla cultura enogastronomica ed al valore del territorio”.

“”Il Cammino del Gusto e delle Tradizioni” – interviene Luca Chiapella, presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia -della provincia di Cuneo – è un progetto importante, in modo particolare in questo momento di grave crisi del settore turistico-alberghiero e della ristorazione e ricettività; permetterà di riprendere lo sviluppo turistico, bruscamente interrotto dalla pandemia, di particolare pregio e peculiarità della provincia di Cuneo”.

“La Ristorazione, l’Ospitalità, la Ricettività, settori storici di Confcommercio ed Associazione Albergatori – conclude Chiapella – collaborano attivamente con i produttori dei prodotti tipici del Territorio, per offrire al Consumatore/Turista nuove “emozioni””.

La scelta del turista, oggi, appare orientata principalmente alla ricerca di emozioni, paesaggi e prodotti che siano esclusivi di un Territorio, unici per intensità e bellezza. 

Le imprese e gli imprenditori locali   veri protagonisti nella presentazione dei    piatti  tipici , sia ,  di conoscere e valorizzare  i prodotti del territorio e i piatti caratteristici, attraverso lo studio del contesto storico e delle procedure di preparazione tramandate da generazioni e confluite nella tradizione gastronomica di Cuneo e delle Valli Cuneesi , dove negli ultimi anni si è  raggiunta una crescita notevolissima del turismo enogastronomico collegato alle attività Outdoor, in virtù di un’offerta diversificata, che ha messo in luce veri e propri giacimenti di “tipicità”  variamente dislocate su tutto il territorio. 

L’iniziativa verrà attivata da Cônitours in collaborazione con le guide turistiche, gli accompagnatori naturalistici e Cicloturistici.

I percorsi dei Cammini del Gusto saranno presentati su www.cuneoalps.it