Cuoca violentata in una mensa scolastica. Donne di Fipe: “Fatto gravissimo. Ripristiniamo la sicurezza sul lavoro”

Cuoca violentata in una mensa scolastica. Donne di Fipe: “Fatto gravissimo. Ripristiniamo la sicurezza sul lavoro”

“È inaccettabile che una donna possa venire violentata mentre svolge il suo lavoro di cuoca, per di più all’interno della mensa di una scuola, senza che nessuno veda nulla o possa in alcun modo intervenire. La sicurezza sui luoghi di lavoro deve essere garantita sotto ogni punto di vista, ma evidentemente la strada da fare è ancora molto lunga”.

Così Valentina Picca Bianchi, presidente del Gruppo Imprenditrici Donne di Fipe–Confcommercio, in merito alla violenza sessuale subita ieri da una cuoca impegnata nel suo lavoro all’interno della mensa di una scuola dell’hinterland romano.

“Questo – aggiunge la presidente - è un episodio gravissimo che dimostra una volta di più che è necessario diffondere la cultura della sicurezza delle donne anche nei luoghi di lavoro, a cominciare dai pubblici esercizi, che non possono mai essere teatro di violenze psicologiche e fisiche soprattutto ai danni delle lavoratrici. Due settimane fa abbiamo siglato un protocollo specifico con la Polizia di Stato #sicurezzaVera, per dare il via a un progetto nazionale che trasformi tutti i locali presenti sul territorio in una rete capillare di presidi della legalità e di sicurezza. Allo stesso tempo intendiamo mandare un messaggio a tutte le donne che lavorano nei pubblici esercizi: non rassegniamoci alla violenza, combattiamola. Ci vuole consapevolezza e caparbietà. Attraverso percorsi di formazione, informazione e di confronto diretto con gli addetti sul territorio della Polizia di Stato volti a diffondere consapevolezza e a sensibilizzare tutti verso nuovi atteggiamenti virtuosi e diffusi”.